Festa della Marineria 2009, 11-16 giugno

teaser-marineria2009-index

Biennale di Arte, Cultura, Tradizioni del Mare

L’idea che La Spezia e il suo Golfo fossero destinati a diventare la sede naturale di un evento di portata internazionale, legato alle tradizioni e alla cultura della marineria, era opinione comune, ormai, da tempo. Nel 2009, dunque, tutta la città si è “messa al lavoro” per realizzare, nella seconda metà di giugno, una grande festa in concomitanza con i 140 anni dalla costruzione dell’Arsenale Sabaudo, candidandosi a diventare “Capitale della Marineria”.

La Festa della Marineria è promossa dal Comune della Spezia insieme a Marina Militare, Regione Liguria, Provincia della Spezia, Camera di Commercio e Autorità Portuale della Spezia ed è sostenuta da tutti i Comuni del Golfo dei Poeti, “capitanati” da Lerici e Portovenere.

Il programma della manifestazione ha previsto un calendario ricco di eventi legati da un unico tema identitario, il mare, visto attraverso le sue molteplici caratteristiche: tradizione, mestieri, conoscenza, tecnologia, e cultura.

Lunedì 25 maggio, a Palazzo Civico alla presenza delle autorità e di tutti i soggetti organizzatori, si è tenuta la presentazione del cuore della Festa della Marineria, la sezione “Il Fascino della Tradizione”, curata nell’organizzazione e nell’allestimento dallo Studio Nealinea & Partners in collaborazione con l’Associazione Italiana Derive d’Epoca (A.Y.D.E). A illustrare il programma e gli eventi, il sindaco della Spezia Massimo Federici, gli assessori Paolo Manfredini e Salvatore Avena e l’arch. Lucilla Del Santo, responsabile dell’intera sezione.

“Il Fascino della Tradizione”

La tradizione e le arti della “marineria” si incontrano per dar vita e trasmettere alla città, lungo un itinerario articolato, un’emozione unica: passeggiate, rade, banchine, moli e attracchi trasformate in un gigantesco “teatro”, hanno accolto i visitatori in un autentico “villaggio del mare”.

EVENTI: un programma ricco e multiforme si è svolto giorno dopo giorno coinvolgendo tutta la città:

- a terra, una serie di tensostrutture situate lungo tutta la passeggiata Morin, hanno ospitato gli eventi, i protagonisti e le attività proposte dalle varie associazioni intervenute, mentre in piazza Largo Fiorillo, antistante la Capitaneria di Porto – inizio “ideale” del percorso “Il Fascino della Tradizione”- prendeva vita la Mostra/Mercato di Antiquariato Navale, con la partecipazione dei più noti antiquari e collezionisti a livello internazionale. Contemporaneamente, nelle sale del piano primo del museo di Arte Contemporanea CAMeC, grazie alla collaborazione della Federazione Italiana Navimodel, alla Federazione Mondiale Naviga e al Gruppo Modellisti Navali Spezzini, si è svolto il Concorso Internazionale Sezione “C” di Modellismo Navale Statico.

- a mare, nel grande specchio d’acqua antistante il Molo Italia e la Passeggiata Morìn fino alle banchine interne del Circolo Ufficiali della Marina Militare e dell’Arsenale Militare spezzino, le imbarcazioni invitate alla manifestazione e gli equipaggi, hanno dato vita a regate ed esibizioni in onore al mare e alla sua cultura, a cui la città di La Spezia è da sempre, per storia e tradizioni, estremamente legata.

Programma

Programma eventi “ a terra”:

1. Mercato dell’Antiquariato – (Tensostrutture in Pass.ta Morìn)

2. Mostra Antiquariato Navale – (Centro S. Allende)

3. Concorso Internazionale ed Esposizione di Modellismo Navale Statico  (CAMeC)

4. Raduno Internazionale Palombari e SommozzatoriThe Historical Maritime Society

Grazie alla collaborazione delle associazioni A.Y.D.E – A.I.V.E e “Il Mare ci Unisce” ha, inoltre, ospitato:

- Mostre Fotografiche d’Autore, su temi legati alla marineria

- Concorso Internazionale di pittura en plein air

- Realizzazione dal vero di una polena

- Esposizione di prodotti tradizionali liguri

- Truppe della Marina Militare del Ducato di Savoia

- Raduno di Motoscafi Riva

Programma eventi “ a mare”:

1. FLOTTA A.Y.D.E (banchina Pass.ta Morìn)
- 40 Derive Olimpiche d’epoca
- 25 Vele Latine
- 4 Yole di Bantry
- 25 Motoscafi d’epoca
- 4 Off Shore d’epoca
- 1 “goletta a gabbiole”
- 1 Gondola
- L’imbarcazione a vela e a remi “U Dragun“, dalla Città di Camogli
- La Baleniera Jack
- Il “cutter” Pamadica
- La “goletta aurica” Amoremio
- Il veliero Quinto Remo
- La goletta Oloferne, dell’Associazione “Nave di Carta”.

Le imbarcazioni hanno “veleggiato” e animato, gareggiando fra di loro, lo specchio d’acqua antistante la Pass.ta Morìn.

2. Flotta A.I.V.E  (banchina interna all’Arsenale Militare)

L’Associazione Italiana Vele d’Epoca è stata presente all’interno dell’ Arsenale Militare, per l’occasione aperto al pubblico, con 40 illustri esempi di imbarcazioni definite d’epoca (quindi, costruite entro l’anno 1950) e con alcune altre denominate “classiche” (ovvero, costruite tra il 1950 e il 1975).

Inoltre,  sono state ospitate 10 imbarcazioni di Classe I.O.R., ovvero barche costruite tra gli anni ’70 e ’80 secondo la International Offshore Rule.

3. Regata Mariperman – Sezione velica della Marina e Comitato Circoli Velici del Golfo

4. Flotta della Marina Militare Italiana
La Marina Militare, durante i giorni della Festa della Marineria, ha messo a disposizione del pubblico, per visite guidate, alcuni dei suoi gioielli: Portaerei Cavour, Nave Italia, 2 sommergibili e i velieri Vespucci e Palinuro.